Il centro culturale

La Sacra Scrittura ci insegna che «Noè entrò nell’arca e con lui i suoi figli, sua moglie e le mogli dei suoi figli, per sottrarsi alle acque del diluvio» (Gn 7,6-7).

Anche oggi la famiglia sta per essere travolta da un diluvio. È Papa Francesco stesso a dichiararlo: «Occorre difendere le famiglie dalle nuove colonizzazioni ideologiche che attentano alla sua identità e alla sua missione … La famiglia è minacciata dai crescenti tentativi da parte di alcuni per ridefinire la stessa istituzione del matrimonio mediante il relativismo, la cultura dell’effimero, una mancanza di apertura alla vita».


Siamo convinti che ogni minaccia alla famiglia sia una minaccia alla società stessa e che – come affermò san Giovanni Paolo II – «il futuro dell’umanità passa attraverso la famiglia».
C’è bisogno che ovunque vengano costruite “arche” per salvare le famiglie. Per questo diamo vita al Centro Culturale Arca: per proporre iniziative tese a salvaguardare, difendere e promuovere la realtà della famiglia in ogni sua dimensione.

Intendiamo la famiglia come una comunione stabile di vita e di amore tra un uomo e una donna uniti in matrimonio, aperti alla generazione e all’educazione dei figli, frutto e coronamento del loro amore. Riteniamo che questa istituzione sia inscritta nella natura stessa della persona umana, preceda qualsiasi riconoscimento da parte della pubblica autorità e si imponga da sé.

Anche la Costituzione della Repubblica Italiana, all’art. 29, «riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio».

Siamo fermamente decisi a difendere, attorno a una realtà così vitale come la famiglia, la libertà di espressione e di opinione, come prevede – ancora – la nostra Costituzione all’art. 21.

Vogliamo salvaguardare il ruolo primario dei genitori nell’educazione dei propri figli, secondo le diverse sensibilità, anche quando si affrontano temi relativi all’affettività e alla sessualità.

Il Centro Culturale Arca nasce dalla libera iniziativa di un gruppo di laici cattolici che si riconoscono negli insegnamenti della Dottrina Sociale della Chiesa. Come tali essi intendono impegnarsi nelle realtà temporali, illuminandole con la luce del Vangelo e ordinandole al Regno di Dio. Nel fare questo si assumono liberamente le proprie responsabilità, senza coinvolgere la Chiesa nella sua realtà istituzionale.

Il Centro Culturale Arca, nel promuovere la sua azione, intende collaborare con chiunque condivida le sue finalità o alcuni dei suoi obiettivi specifici, al di là di ogni appartenenza religiosa, politica, etnica, culturale.

Seguici anche su Facebook o Twitter!