Benvenuti!

Cartone preparatorio del mosaico per Palazzo Stoclet – particolare dell’Albero della vita e l’Attesa. 1905-1909
Particolare, Il Cavaliere.

L’Albero della vita di Gustav Klimt è un mosaico di marmi, corallo, pietre dure e maioliche, e consiste di tre pannelli: L’Albero, L’Attesa e L’Abbraccio. L’Attesa rappresenta una donna dai profili egizi adornata di meravigliosi monili, ma fredda, in un movimento sospeso che quasi a passo di danza è diretto verso L’Abbraccio, raffigurante invece una coppia, un momento di pace, rielaborazione della scena conclusiva del Fregio di Beethoven, opera realizzata dall’artista nel 1902. Si noti la diversità della trama degli abiti, rigide forme geometriche sull’abito della danzatrice e forme più dolci con morbidi cerchi sull’abito della coppia. L’Abbraccio è capace di catturare l’attenzione dello spettatore, rapito da questa armonia di unità e passione, espressione della riconciliazione di una unità mancata e ritrovata in cui il tempo affonda nel suo compimento. La parte centrale raffigurante l’albero della vita include anche un uccello nero segno della morte, a indicare che essa è parte del mistero della vita. L’Albero della vita venne realizzata dal pittore austriaco per l’allestimento della residenza di Bruxelles dell’industriale Adolphe Stoclet. Klimt tenne dunque conto dell’interesse del committente, la cui famiglia era infatti composta da attenti collezionisti appassionati di arti orientali.

La pace della coppia è inoltre custodita da un cavaliere: egli ha infatti il compito di custodire il “giardino dell’arte e dell’amore” dalle forze esterne. Grazie a lui la coppia può sentirsi al sicuro. L’opera commissionata con lo scopo di raggiungere la totalità del sublime venne considerata riuscita tanto che Stoclet definì la residenza la “casa più bella del mondo”. L’albero della vita è stato anche considerato l’albero della conoscenza, rintracciando nell’unità una forma di vera conoscenza.

 

Il nostro centro propone attività culturali che interessano la vita, nelle sue molteplici espressioni. Ospitiamo dunque incontri con poeti, artisti, letterati, scienziati, giornalisti, politici, etc. a significare che nessuna parte della realtà che trovi una sua espressione sociale possa mancare di interesse per chi ha a cuore il benessere e lo sviluppo della persona, nel rispetto dei suoi diritti e della sua dignità. Siamo in tal senso grati a tutti coloro che vorranno aiutarci a crescere partecipando.

Gli incontri si svolgono a Sesto San Giovanni. A breve sarà disponibile il Calendario delle attività 2017-2018. Per collaborare o restare informati vi invitiamo a iscrivervi alla nostra Newsletter.