10/04/2017 – IL GRANDE SPETTACOLO DEL CIELO. INCONTRO CON MARCO BERSANELLI

Un volume di 304 pp.

Quando l’uomo ha cominciato a scrutare il cielo? Da sempre, a giudicare dai dipinti paleolitici che ricoprono le grotte di Lascaux e ritraggono, fra bisonti e cavalli selvaggi, gruppi di astri e fasi lunari. In ogni epoca, il fascino misterioso della notte stellata ha portato gli uomini a interrogarsi sulla forma dell’universo. E a indagarlo con ogni mezzo a disposizione. In questo libro un astrofisico ci guida attraverso otto successive rappresentazioni del cosmo, da quella concepita dagli ignoti costruttori di Stonehenge a quella del nostro secolo, ottenuta grazie ai raffinati strumenti dei telescopi e delle sonde spaziali. Mappe che rivelano le sorprendenti intuizioni degli antichi, la genialità della visione di Dante, i profondi cambiamenti prodotti nella mentalità scientifica e nella cultura europee, fra Cinquecento e Seicento, dallo smantellamento delle sfere celesti, che aprì lo sguardo sullo spazio infinito. Quadri che diventano via via più dettagliati e precisi, come quello disegnato da Keplero, che fissò le leggi della danza ordinata dei pianeti intorno al Sole, o quello di Newton, che descrisse l’insieme dei movimenti celesti e terrestri con un’unica equazione matematica. Fino all’ottavo scenario, con la rivoluzionaria architettura spazio-temporale pensata da Einstein e la scoperta di quel mare di microonde, residuo del Big Bang, che ha aperto una finestra sull’universo primordiale. Nel racconto di Marco Bersanelli l’avventura cominciata ventimila anni fa di fronte allo spettacolo del cielo diventa un romanzo. Una storia emozionante che si sviluppa intorno alla perenne ricerca condotta dall’uomo per rispondere al mistero delle proprie origini.

Marco Bersanelli (Milano, 1960) è docente di Astronomia e Astrofisica presso l’Università degli Studi di Milano. Si occupa di Cosmologia e in particolare del Fondo Cosmico di Microonde, la prima luce dell’universo. Ha lavorato in università statunitensi e partecipato a due spedizioni alla base Amundsen-Scott in Antartide. Dal 1992 è uno dei principali responsabili scientifici della missione spaziale Planck dell’ESA, l’Agenzia Spaziale Europea, alla quale si devono le ultime scoperte sulla struttura dell’universo. È autore di oltre trecento pubblicazioni specialistiche e di una vasta produzione divulgativa. È direttore scientifico di Euresis, associazione con la quale ha promosso mostre didattiche, conferenze e una serie di convegni su temi interdisciplinari. Dal 2012 è presidente della Fondazione Sacro Cuore per l’Educazione dei Giovani.

Space

Auditorium BCC

Viale Gramsci, 194 – Sesto San Giovanni

&

Time

10 aprile 2017

ore 21.00

 

 

SCARICA LA LOCANDINA.